Questo sito utilizza cookie tecnici e strumenti di tracciamento ad essi assimilabili.
Per maggiori informazioni consulta la pagina Privacy.

Privacy policy

Regolamenti per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità

 

Whistleblowing - gestione delle segnalazioni di condotte illecite

Il sistema per la segnalazione di condotte illecite è indirizzato al Whistleblower, colui che effettua la segnalazione o la divulgazione pubblica di informazioni sulle violazioni e sugli illeciti di interesse generale e non individuale, di cui sia venuto a conoscenza nell'ambito del contesto lavorativo.

Presupposto normativo è il Decreto Legislativo 24 del 9 marzo 2023, con il quale viene recepita la Direttiva UE 2019/1937 del Parlamento europeo e del consiglio sulla protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell'Unione, che abroga e sostituisce l'art. 54 bis del D.Lgs. n. 165/2001, e la L. n. 179/2017.

La disciplina sul Whistleblowing si applica a tutti i dipendenti e collaboratori, a qualsiasi titolo, compresi liberi professionisti, consulenti, tirocinanti o volontari, che prestano la propria attività per conto dell'Ente.

Il Direttore Generale con delibera 246/2023 ha approvato il documento aziendale n. 103 ad oggetto "gestione delle segnalazioni condotte illecite", che disciplina il Canale interno di Gestione delle segnalazioni e le modalità di presentazione delle segnalazioni, nonché il modulo 220 per la presentazione di segnalazioni di condotte illecite, ove sono indicati gli elementi essenziali della segnalazione.

 

Documentazione allegata

Delibera n. 246/2023

Documento 103 - Gestione delle segnalazioni condotte illecite

Modulo 220 per la presentazione di segnalazioni di condotte illecite

Informativa privacy

 

Canale interno di segnalazione

Piattaforma di segnalazione online

AREU, al fine di favorire il "canale" comunicativo con i possibili segnalanti, ha attivato un portale comunicativo online, attraverso il quale al quale possono essere trasmesse tutte le segnalazioni e può essere attivata una linea di comunicazione diretta e sicura con il responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza di AREU.

All'interno dell'applicazione, registrando la tua segnalazione su questo portale, otterrai un codice identificativo univoco, "key code", che dovrai utilizzare per "dialogare" con AREU in modo spersonalizzato e per essere costantemente informato sullo stato di lavorazione della segnalazione inviata.

Ricordati di conservare con cura il codice identificativo univoco della segnalazione, in quanto, in caso di smarrimento, lo stesso non potrà essere recuperato o duplicato in alcun modo.

Grazie all'utilizzo di un protocollo di crittografia che garantisce il trasferimento di dati riservati, il codice identificativo univoco ottenuto a seguito della segnalazione registrata su questo portale consente al segnalante di "dialogare" con AREU in modo anonimo e spersonalizzato.

Dall'adozione di questo protocollo il livello di riservatezza è dunque aumentato rispetto alle pregresse modalità di trattamento della segnalazione. L'utilizzo della piattaforma informatica garantisce anche una maggiore celerità di trattazione della segnalazione stessa, a garanzia di una più efficace tutela del whistleblower.

 

L'applicazione

È possibile accedere all'applicazione predisposta mediante il seguente indirizzo:
https://segnalazione-illeciti.areu.lombardia.it

A maggior tutela dell'identità del segnalante, l'applicazione è resa disponibile anche tramite rete TOR. Per accedere è necessario dotarsi di un apposito browser disponibile al link "https://www.torproject.org/projects/torbrowser.html" e collegarsi all'indirizzo:
"http://x6apygnbrbwywex4wysulmhv5p6hmr452htzx3rlupfs6ykkqi46j4id.onion".

La rete TOR garantisce, oltre alla tutela del contenuto della trasmissione, anche l'anonimato delle transazioni tra il segnalante e l'applicazione, rendendo impossibile per il destinatario e per tutti gli intermediari nella trasmissione avere traccia dell'indirizzo internet del mittente (per approfondimenti: https://www.torproject.org/).

 

Altre modalità di segnalazione degli illeciti

La segnalazione di condotte illecite può essere trasmessa anche nelle seguenti modalità: 

  • Mediante servizio Postale: il modulo 220 può essere trasmesso attraverso i servizi di Posta in busta chiusa indirizzata a AGENZIA REGIONALE EMERGENZA URGENZA - AREU, Via A. Campanini n. 6 - 20124 MILANO, con la dicitura RISERVATA PERSONALE, con le seguenti ulteriori opzioni alternative:
    • con i dati identificativi del Segnalante "in chiaro" e copia del documento d'identità, siglato con firma autografa;
    • con un'ulteriore busta chiusa, contenuta nella busta, contenente le generalità del Segnalante e copia del documento d'identità, siglato con firma autografa;
  • Mediante consegna diretta del Modulo 220, debitamente compilato, al RPCT;
  • Segnalazione orale attraverso
    • incontro con il RPCT: può essere richiesto un incontro diretto con il RPCT nel quale effettuare la segnalazione;
    • linea Telefonica: AREU mette a disposizione dei soggetti legittimati a trasmettere le segnalazioni una apposita linea telefonica, al numero +39 331 1401143, che consenta di effettuare la segnalazione direttamente al RPCT, lasciando un messaggio sulla segreteria telefonica. 

 

Canale esterno di segnalazione

ll canale esterno, gestito da ANAC, è un canale secondario a cui il Segnalante potrà accedere qualora il canale interno si riveli inefficace.

I segnalanti possono utilizzare il canale esterno (ANAC) quando:

  • non è prevista, nell'ambito del contesto lavorativo, l'attivazione obbligatoria del canale di segnalazione interna ovvero questo, anche se obbligatorio, non è attivo o, anche se attivato, non è conforme a quanto richiesto dalla legge;
  • la persona segnalante ha già effettuato una segnalazione interna e la stessa non ha avuto seguito;
  • la persona segnalante ha fondati motivi di ritenere che, se effettuasse una segnalazione interna, alla stessa non sarebbe dato efficace seguito ovvero che la stessa segnalazione potrebbe determinare un rischio di ritorsione;
  • la persona segnalante ha fondato motivo di ritenere che la violazione possa costituire un pericolo imminente o palese per il pubblico interesse.

In tali casi è possibile accedere all'applicazione dell'ANAC tramite il portale dei servizi ANAC.

 


Data di pubblicazione: 23/05/2022, ultimo aggiornamento : 24/10/2023