BENESSERE IN EMERGENZA

L'ascolto e la condivisione emotiva fra PARI sono alla base del benessere lavorativo, della sostenibilità professionale e della costruzione di resilienza individuale e di squadra. Sulla base di questa convinzione, AREU promuove iniziative e formazione dedicate al benessere in emergenza.

Che cos'è il servizio di peer-support post evento critico?

È un servizio di ASCOLTO ATTIVO, gestito da Pari formati e aderenti al progetto "Ben-Essere in Emergenza", coadiuvato da psicologi dell'emergenza sanitaria.

L' obiettivo è creare uno spazio condiviso di espressione delle emozioni personali per  facilitare la decompressione emotiva, l'individuazione di reti di supporto sociale, la riduzione del senso di isolamento, la condivisione di informazioni utili a fronteggiare lo stress. Il servizio si basa sull'ascolto empatico, sulla disponibilità e sulla totale riservatezza.

Perché è utile il servizio di peer-support?

La risposta all'evento critico è SOGGETTIVA: non è solo l'evento in sé a creare disagio, ma soprattutto il SIGNIFICATO che quell'evento ha per ciascuno.

La risposta in situazioni analoghe può essere diversa in funzione della vulnerabilità personale, del proprio vissuto, dei propri bisogni, del momento particolare della vita. Malgrado si stabilisca una specifica strategia per rimanere "professionalmente distaccati", emozioni e sentimenti intensi possono mettere alla prova tale distacco.

Provare disagio dopo un evento critico è una esperienza umana, non significa esser "malati", Questo tipo di reazione è da considerarsi come una risposta normale a un evento di grande portata emotiva

Quando contattare il peer?

…tutte le volte in cui una missione lascia un disagio che tarda a stemperarsi…

…quando, anche se i colleghi non ne parlano più, si sente ancora la necessità di parlarne…

…quando quella persona soccorsa è sembrata – e non si sa nemmeno perché – così familiare…

…quando – senza sapere perché – si avverte qualche disturbo fisico e/o psicologico dopo una missione come  per esempio sonno disturbato, pensieri intrusivi, collera, senso di colpa, disagio nei rapporti interpersonali, calo della motivazione, abuso di alcol e di sostanze.

Contatti:

Gli operatori delle Aziende Sanitarie  in servizio presso le AAT possono utilizzare i seguenti  contatti:                           

  AAT

Telefono

AAT Bergamo

3349472110

AAT Brescia

3349472178

AAT Como

3349471947

AAT Cremona

3349471912

AAT Lecco

3349472019

AAT Lodi

3349471967

AAT Mantova

3349471992

AAT Milano

3666220580

AAT Monza Brianza

3349472226

AAT Pavia

3349472108

AAT Sondrio

3349471974

AAT Varese

3349472055

 

Gli organismi associativi mettono a disposizione dei propri soccorritori un servizio di supporto psicologico contattabile via email ai seguenti indirizzi:

 

 

Mail

ANPAS

info@anpaslombardia.org

CRI

sep.crilombardia@gmail.com

FAPS

gestioneeventicritici@FAPSLombardia.org

FVS

ilaria.marchina@alice.it

Soccorso Azzurro

info@soccorsoazzurro.it

 

Video di presentazione

 


Ultimo aggiornamento 04/02/2020